CHI SIAMO

"L'Azione Cattolica Italiana è una associazione di laici che si impegnano liberamente, in forma comunitaria ed organica ed in diretta collaborazione con la Gerarchia, per la realizzazione del fine generale apostolico della Chiesa." [dall’art.1 Statuto AC, 2003].

 “Che cosa è l'Azione Cattolica? …mi pare che sia soprattutto una realtà dei cristiani radicati nel loro territorio e nelle loro parrocchie che si conoscono, che si vogliono bene, che lavorano assieme nel nome del Signore, che sono amici; e questa rete di uomini e donne che lavorano in tutte le diocesi, e di giovani, e di adulti, e di ragazzi e di fanciulli, che in tutta la Chiesa italiana con concordia, con uno spirito comune, senza troppe strutture organizzative, ma veramente essendo sempre più un cuor solo e un' anima sola cercano di servire la Chiesa. E questa è la grande cosa. Perché noi serviamo l'AC non  perché ci interessa di fare grande l'AC; noi serviamo l'AC perché ci interessa di rendere nella Chiesa il servizio che ci è chiesto per tutti ifratelli.”Vittorio Bachelet [Saluto conclusivo alla II Assemblea nazionale dell'ACI]

L'Azione Cattolica Italiana nazionale è nata nel 1867  ad opera di Acquaderni e Fani due giovani che hanno dato vita ad una associazione un po’ diversa da come la vediamo oggi, ma con gli stessi obiettivi e le stesse aspirazioni.

Caratteristichedell'AzioneCattolica
Le caratteristiche principali dell'Associazione possono essere brevemente descritte dai punti seguenti:

La formazione intesa come spazio in cui ogni persona può guardare in faccia i valori grandi della libertà e della verità, della giustizia e della solidarietà è stata da sempre il cuore del servizio in Azione Cattolica.


Nelle associazioni e nei gruppi di Azione Cattolica è offerto a tutti, con itinerari adatti ad ogni età, un cammino che aiuta a confrontare la propria vita con la Parola di Dio e del Magistero della Chiesa e, condividendo le proprie esperienze, ci si prepara:

Strutturadell’AC

L’associazioni ha tre livelli:

 parrocchiale, diocesano e nazionale, e un collegamento regionale.

Ciascun livello ha suoi organi eletti democraticamente:

 esistono quindi i consigli parrocchiali di AC, il Consiglio diocesano, il Consiglio nazionale e la delegazione regionale.
La parrocchia è il luogo nel quale normalmente le persone di AC trovano il punto di riferimento della loro vita e del loro servizio.
La struttura associativa, formata dai responsabili ai vari livelli, cura gli itinerari formativi dei soci. Per tenere conto delle diverse esigenze delle persone, in base all'età e alle situazioni di vita, la proposta educativa è differenziata. Per questo ci sono i settori adulti e giovani, omogenei per fascia di età, ed esiste una particolare attenzione ai bambini (l’Azione Cattolica dei Ragazzi - ACR).

Ogni gruppo, a seconda della fascia di età, ha a disposizione un progetto formativo e proposte annuali, secondo sussidi realizzati a livello nazionale e integrati a livello diocesano, che fanno riferimento alla corrispondente proposta catechistica della CEI.
I soci, con la loro adesione, assumono gli impegni previsti dallo statuto, sostengono l'Associazione anche economicamente versando la quota d'iscrizione, e accettano di condividerne la gestione.